Domande frequenti parte terza

 Resine per pavimenti:resine per pavimenti Venber Verona

Le vostre domande – Le nostre risposte

Terza parte

 

Continuano gli articoli che raccolgono le tante domande che ci vengono solitamente poste.

E noi siamo lieti di pubblicare le risposte

Immaginiamo possa anche accadere che preferiate una risposta “a voce”. Chiamateci pure senza impegno al numero verde: 800 624 368.

  • Voglio applicare le resine, devo prima far rimuovere il vecchio pavimento?

La risposta è no. Questo materiale è studiato proprio per poter essere applicato sopra alle pavimentazioni esistenti senza doverle rimuovere.

Magari in alcuni casi sarà necessaria una corretta valutazione per stabilire il corretto progetto lavorativo e intervenire laddove necessario per rendere livellato il materiale che dovrà sottostare allo strato di resina. Ma in genere si tratta di situazioni particolari come ad esempio se il pavimento attuale ha delle piastrelle non ancorate. Ma gli esperti in questo settore sono perfettamente in grado di fare un sopralluogo e stabilire quali sono le eventuali problematiche e vi sapranno dare i giusti consigli su come sistemare ogni cosa.

Noi ad esempio abbiamo posto in opera diverse pavimentazioni, così come pure rivestimenti, dove esistevano mancanza di adesione di alcune vecchie piastrelle oppure dove il sottofondo presentava avvallamenti o zone di adesione definita “bassa” (quando una piastrella “suona a vuoto”).

Siamo in grado di stabilire il più adeguato trattamento preliminare prima di applicare le resine da voi scelte.

  • E’ vero che il pavimento sarà liscio?

Certo, la risposta è sì. Nell’applicazione di resine per pavimenti viene usato un prodotto che possiede la proprietà di auto livellarsi e di “distendersi” e quindi  di dare il caratteristico aspetto liscio.

  • Mi è capitato di osservare alcune pareti su cui era stata applicata la resina e ho notato, in controluce, un leggero effetto simile alla buccia dell’arancia. Vorrei sapere se è normale oppure un difetto causato da una errata applicazione.

In effetti quando la resina viene applicata alle pareti non si può avere la “distensione” che avviene invece sulle pavimentazioni. Questo accade perché il posatore deve applicare, per forza, una minore quantità di materiale. Se ne applicasse troppo questo colerebbe. In aggiunta se la resina viene applicata a rullo i peli lasciano un piccolo segno ma che è visibile in contro luce. La soluzione è l’applicazione a spruzzo dello strato trasparente.

  • Dove sono presenti delle scale ormai rovinate posso fare applicare la resina per pavimenti?

Il materiale resinoso può essere tranquillamente applicato anche sulle pedate e sulle alzate delle scale. Esistono prodotti ad hoc che possono essere usati per questo scopo e l’unica accortezza sarà quella di utilizzare paraspigoli per i bordi degli scalini che sono ovviamente a rischio.

  • In caso di rifacimento del bagno posso usare le resine? Non c’è rischio che si rovinino con l’umidità? E posso usarle anche per le pareti della doccia?

Sì. I nostri prodotti sono adatti a luoghi con umidità e vengono consigliati se si vuole impermeabilizzare. Esiste un preciso iter che deve essere usato in questo caso che inizia con la verifica del supporto sul quale gli strati resinosi dovranno essere applicati. La verifica intende scoprire se questo supporto è umido e se questa situazione esiste si dovrà per prima cosa intervenire  con prodotti adatti. Risolto questo problema si procede ad applicare gli strati della resina.

Le resine rendono le pareti e i pavimenti del bagno non più permeabili all’acqua.

In caso di ristrutturazione di un bagno andrà benissimo applicare la resina per pavimenti e per le pareti ad esclusione però dei piatti doccia che dovranno essere in ceramica; consigliamo l’so del piatto doccia in ceramica perché l’industria non ha ancora creato dei sistemi di raccolta e deflusso delle acque specifici per la resina.

  • Le resine sono anche adatte a rivestire i mobili?

Esistono materiali resinosi che possono essere utilizzati per ricoprire mobili e complementi di arredo con la dovuta attenzione a quale sia il tipo di sottofondo.

A seconda che questo sia di vetro, di plastica, o legno o ceramica si deciderà quale processo di applicazione utilizzare. Oggigiorno sono molto di moda e richiesti i mobili in resina.

  • Posseggo una casa vacanze in alta montagna che deve essere ristrutturata e vorrei sapere a quali temperature resiste una pavimentazione ricoperta di resina?

Le resine per pavimenti e rivestimenti mediamente resistono bene da -30°C per quanto riguarda le fredde temperature e fino a +70°C per quelle calde.

Per ogni applicazione noi conosciamo quale esatto prodotto utilizzare e l’esatta procedura di applicazione per una determinata situazione. E’ quindi molto importante la fase di sopralluogo per valutare entrambe le parti importanti di questo processo produttivo: quale prodotto è adatto e quali sono le specifiche fasi lavorative da usare.

  • Con quali sistemi è meglio applicare le resine?

Dipende dalla tipologia del prodotto che si è deciso di usare o per meglio dire sia necessario applicare.

E soprattutto si deve fare una distinzione tra la posa effettuata da esperti posatori e l’eventuale lavoro svolto in modalità self-made (tradotto in italiano: fai-da-te).

Nel caso di resine liquide si usa il sistema a spruzzo e rullo. Quando invece si opera con le resine tixotropiche viene usata la spatola.

Nel caso decidiate di acquistare i prodotti e cimentarvi nell’applicazione vi consigliamo di iniziare da una parte del pavimento che in seguito verrà ricoperta dai mobili così che eventuali imperfezioni restino coperte.

Ovviamente la cosa migliore è affidare i lavori a ditte esperte che usano tecniche specifiche.

  • Se decido di applicare da solo la resina per i pavimenti quale tecnica mi consigliate?

In questo caso conviene utilizzare la spatola liscia ed il rullo. Si deve posare uno strato di prodotto sottile. Resta inteso che si devono comunque effettuare le fasi preparatorie così come pure quelle di finitura. Meglio ottenere dal venditore tutte le indicazioni sul metodo di applicazione, tutte le informazioni tecniche su come preparare il fondo e il materiale stesso e seguire scrupolosamente le indicazioni fornite sulle schede tecniche.

In particolar modo tutto il personale della nostra ditta, Geo Hydrica è al vostro servizio e potrete ricevere ogni tipo di aiuto a partire dalla scelta del tipo di prodotto che meglio si adatta alle vostre esigenze al tipo di ciclo lavorativo che dovrebbe essere usato.

 

Approfondimenti:

Commenti chiusi